Valutare o valorizzare la ricerca: percorsi possibili

valutare la ricercaSegnaliamo un interessante webinar sulla valutazione della ricerca che si terrà l’8 aprile dalle 13:50 alle 15:00.

Questo incontro è il secondo appuntamento degli Open Science Cafè, una serie di webinar sui temi e le novità dal mondo della scienza aperta pensati per la comunità scientifica italiana.

Si parlerà di come i criteri attuali di valutazione della ricerca influenzino profondamente i comportamenti dei ricercatori e di come sia sempre più centrale la necessità di dare più spazio ad un sistema che valorizzi tutte le componenti  del lavoro di ricerca per integrare a pieno i principi della scienza aperta nelle azioni quotidiane dei ricercatori. 

L’incontro è organizzato dal Competence Center di ICDI, in collaborazione con GARR, verrà introdotto da Emma Lazzeri e tenuto da Elena Giglia e da Donatella Castelli.

Per parteciparvi è necessario iscriversi alla piattaforma GARR al seguente link: https://learning.garr.it/enrol/index.php?id=136

Open Research Europe: la nuova piattaforma della Commissione Europea

cover_ORE_ITASegnaliamo un interessante webinar sull’Open Research Europe (ORE), la nuova piattaforma di pubblicazione Open Access della Commissione Europea, che si terrà l’11 marzo dalle 13:50 alle 15:00. 

I beneficiari dei progetti europei Horizon 2020 e Horizon Europe potranno usarla per diffondere i risultati delle proprie ricerche attraverso un processo di pubblicazione aperto e trasparente in ogni passaggio, dai costi alla peer review, dai preprint ai dati che hanno portato alla definizione dell’articolo. In una prima fase, la piattaforma ospiterà le pubblicazioni di beneficiari di progetti europei (anche conclusi) afferenti a sei aree: scienze naturali, ingegneria e tecnologia, medicina, agricoltura, scienze sociali, discipline umanistiche e artistiche. 

La presentazione della piattaforma sarà fatta in italiano da Ilaria Fava (che ne ha seguito la messa a punto per OpenAIRE) e per parteciparvi è necessario iscriversi al seguente link: https://learning.garr.it/course/view.php?id=134

Questo è il primo degli Open Science Cafè, una serie di appuntamenti periodici, organizzati dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) e pensati per la comunità scientifica italiana, con i temi e le novità dal mondo della scienza aperta.

Etica e pragmatica dell’open access

Etica_e_pragmatica_dell_open_accessSegnaliamo un interessante webinar dal titolo Etica e pragmatica dell’open access, promosso dalla Commissione per l’Etica e l’Integrità nella Ricerca in collaborazione con l’Istituto per il Lessico Intellettuale Europeo e Storia delle Idee del CNR, che si terrà il 2 e il 3 marzo dalle 17 alle 19. Il primo giorno sarà dedicato al tema: indirizzo generale e policy, il secondo a: policies e scienze aperte. 

Per partecipare è necessario registrarsi. L’evento sarà fruibile mediante la piattaforma GoToWebinar.

Scienza aperta e comunicazione ai tempi del COVID-19

notte_ricercatori1Il Gruppo di lavoro sull’open access del Sistema Bibliotecario di Ateneo dell’Università del Piemonte Orientale parteciperà alla Notte europea dei ricercatori 2020, che quest’anno si terrà il prossimo 27 novembre, con un’attività dal titolo Scienza aperta e comunicazione ai tempi del COVID-19. L’attività si terrà in modalità virtuale dalle ore 16,30 alle ore 17,45 circa. 

Si parlerà di comunicazione scientifica durante la pandemia e della necessità di far circolare informazioni corrette e agevolare il progresso della ricerca attraverso contenuti subito accessibili. Ospiti la dott.ssa Paola Masuzzo, data scientist e open scientist e il dott. Matteo Di Rosa (APRE).

La diretta si può seguire sul canale YouTube dell’Università all’indirizzo  https://youtu.be/xUuI2B3KpLc

Durante lo streaming si potrà interagire attraverso la chat di YouTube; la discussione sarà registrata e quindi fruibile anche successivamente all’evento.

Pagare per leggere o pagare per scrivere: un dilemma insuperabile? Editoria scientifica e Open Access

L’Università del Piemonte Orientale e l’Associazione italiana per la promozione della scienza aperta (AISA) organizzano la teleconferenza Pagare per leggere o pagare per scrivere: un dilemma insuperabile? Editoria scientifica e Open Access. L’iniziativa avrà luogo nella mattinata del 4 dicembre 2020.

Il programma prevede anche interventi su Plan S e i cosiddetti accordi trasformativi. Per partecipare è necessario registrarsi compilando l’apposito modulo.

Webinar: Covid-19 e condivisione dei dati: perché in Italia si fa troppo poco?

Segnaliamo un interessante seminario: Covid-19 e condivisione dei dati: perché in Italia si fa troppo poco? organizzato dai nodi italiani di OpenAIRE, ELIXIR, RDA e EOSC Pillar in cui verranno illustrati gli strumenti e le pratiche dell’Open Science per contrastare la crisi sanitaria in corso. 

Con la pandemia da COVID-19 è infatti diventata evidente la necessità di aderire ad un modello di scienza aperto e collaborativo per condividere i dati e gli altri risultati della ricerca scientifica. Verranno inoltre illustrate le principali iniziative europee per la condivisione di dati e risultati di ricerca all’interno della comunità scientifica.

Per partecipare al webinar, che si terrà lunedì 16 novembre dalle 15 alle 17, è obbligatorio registrarsi entro domenica 15 novembre a questo link. Un’ora prima dell’evento gli iscritti riceveranno via email il link per partecipare.

Webinar “Open access, come e perché”

oa-badge-2OpenAIRE, a seguito del successo del webinar Open Access, come e perché del 6 febbraio scorso, ha deciso di riproporne una seconda versione il 18 febbraio alle 15:00. Scopo del webinar è di chiarire le logiche e le modalità dell’Open Access e di fornire strumenti utili per la loro applicazione come, ad esempio, la verifica delle politiche di copyright degli editori.

Il webinar avrà una durata di 1 ora, di cui 30 minuti per lo sviluppo del tema e 30 minuti per le domande.
Questo webinar è pensato per bibliotecari, ricercatori, docenti, studenti di dottorato e, in generale, per tutto il personale di ricerca che lavora su progetti finanziati dalla Commissione Europea, dal Ministero dell’Università e della Ricerca, e che viene sottoposto a valutazione.
Le docenti del webinar sono Elena Giglia (Università di Torino) ed Emma Lazzeri (CNR-ISTI Pisa).

L’indirizzo del webinar è https://zoom.us/j/324191427.
Per partecipare si deve compilare un modulo online.

Italian open science webinar series 2019

Italian open science webinar series 2019

OpenAIRE, in collaborazione con il Nodo italiano RDA, offre la nuova serie di webinar sull’Open Science.

Quali sono i principali aspetti legali da considerare quando si ha a che fare con i dati della ricerca?
Di cosa si occupa il Data Steward?
Qual è l’importanza del Data Management Plan dal punto di vista di un data steward e di un ricercatore?

Questi i temi cui saranno dedicati i tre incontri in programmazione a partire dal 29 aprile. I webinar, avranno la durata di un’ora complessiva, di cui 30 minuti di presentazione e 30 minuti per le domande dei partecipanti.
L’iscrizione è obbligatoria e verrà rilasciato, a chi lo richiede, un attestato di partecipazione.
Il calendario e le schede di registrazione sono disponibili sulla pagina italiana del nodo RDA  e sul portale di OpenAIRE.

Serie di webinar sulla Scienza Aperta

open scienceSegnaliamo una serie di webinar in italiano, organizzati dai gruppi italiani dei progetti europei OpenAIRE e RDA e da IOSSG, sulla scienza aperta.
Questi Webinar offrono, tramite informazioni chiare e strumenti pratici, un supporto su modalità e strumenti dell’Open Science e degli Open Data. I webinar, dal taglio molto pratico, avranno la durata di un’ora complessiva, di cui 30 minuti di presentazione e 30 minuti per le domande dei partecipanti.
Il primo seminario online, dal titolo Open Science e la politica Europea sulle pubblicazioni, è programmato per il 17 ottobre alle ore 10.30 ed è a cura di Emma Lazzeri ed Elena Giglia.
A questo link è possibile trovare il programma ed effettuare la registrazione.

Collaborazione di EOSC-hub e OpenAIRE-Advance per supportare la European Open Science Cloud

openaire eoschubDue importanti iniziative della Commissione Europea, OpenAIRE-Advance  e EOSC-hub (European Open Science Cloud) hanno firmato pochi giorni fa un importante accordo di collaborazione che consolida l’ambizione dell’Europa di diventare garante della scienza aperta e far sì che gli scienziati possano trarre i massimi benefici dalla libera condivisione dei dati della ricerca.
Questo accordo di collaborazione è un passo avanti nell’implementazione dell’European Open Science Cloud (EOSC), un’iniziativa europea per creare un unico ambiente virtuale dove i ricercatori possano archiviare, gestire, analizzare e riutilizzare i dati per scopi di ricerca, innovazione e istruzione.
OpenAIRE-Advance e EOSC-Hub, consapevoli della necessità di nuovi strumenti per implementare la scienza aperta, vogliono ora collaborare attivamente per fornire un insieme di servizi e risorse che entreranno a far parte dell’European Open Science Cloud oltre a condividere attività di formazione e training.
Un primo frutto di questa nuova partnership è il webinar ”How to manage your data to make them Open and FAIR” sulla gestione dei dati della ricerca che si terrà il prossimo 15 maggio rivolto a ricercatori e bibliotecari che lavorano con i dati.
Il webinar sarà tenuto da Ellen Leenarts and Marjan Grootveld del Data Archiving and Networked Services (DANS) olandese.
Il modulo per la registrazione è disponibile qui e per collegarsi al webinar è necessario seguire questo link: https://join.onstreammedia.com/go/eifl/fairrdm