Essere o non essere su Twitter, questo è il problema…

twitterSappiamo da diverse ricerche condotte negli ultimi anni che la presenza attiva su Twitter degli autori di articoli scientifici è un ottimo modo per disseminare il proprio lavoro e può tradursi in un aumento delle citazioni ricevute.
Recentemente è stato pubblicato un nuovo studio che, partendo da questo dato, si è interrogato sull’eventuale relazione tra le citazioni ricevute da un articolo e la presenza su Twitter della rivista sulla quale è stato pubblicato.
L’autore ha preso in esame il ruolo di 350 riviste presenti su Twitter analizzando (grazie a PlumX) in quale misura gli articoli da loro pubblicati, oltre 4000, sono stati citati e twittati. Le riviste sono state suddivise in 4 categorie:

  • riviste con un proprio account su Twitter
  • riviste il cui proprietario (società scientifiche o professionali) ha un proprio account su Twitter
  • riviste il cui editore ha un proprio account su Twitter
  • riviste con nessuna presenza su Twitter

I risultati hanno mostrato che gli articoli pubblicati su riviste con un proprio account su Twitter sono più twittati mediamente del 46% rispetto a quelli pubblicati su riviste non presenti sulla piattaforma e che quelli pubblicati su riviste presenti attraverso il proprietario o l’editore, rispettivamente del 36% e del 25%.
Anche le citazioni, dato più interessante, sembrano essere correlate in quanto per gli articoli pubblicati su riviste con un proprio account si registra un aumento delle citazioni in media del 34% e per quelli pubblicati su riviste presenti su Twitter tramite l’editore in media del 32%.
Questi risultati dimostrano che la diffusione tramite questo social media (in questo caso misurata dai tweet) è strettamente correlata all’impatto scientifico (misurato in citazioni). Dall’analisi dei dati la variabile che sembra fare la differenza, in termini di tweet e citazioni ricevute, è il numero dei followers.

Nell’insieme questo studio, il primo del genere, mostra che la presenza su Twitter di una rivista, soprattutto con un proprio account, è fondamentale per incrementare la disseminazione e la visibilità degli articoli pubblicati anche se al tempo stesso solleva la questione di quanto l’impatto della citazione sia un riflesso della disseminazione piuttosto che della qualità della ricerca.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...