A che punto siamo con i dati aperti in Italia?

opendataSegnaliamo un interessante post di Paola Galimberti, pubblicato sul sito ROARS, che denuncia la totale assenza di strategie a livello nazionale relative all’accesso aperto ai dati della ricerca in Italia. Nel post la Galimberti fa una panoramica delle iniziative a livello europeo già in atto e riporta quello che si sta facendo in Italia grazie all’impegno di singole associazioni come AISA o alla partecipazione italiana al gruppo di lavoro NOADS  (National Open Access Desks) di OpenAIRE, ponendo l’accento sulla necessità di politiche e di infrastrutture a livello nazionale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...